Psicologo Psicoterapeuta Rimini e Riccione Dott.ssa Armatura Cecilia - Via Flaminia Conca 33 - 47923 Rimini (RN) - Tel. +393280160223  

COSA SONO I DISTURBI SOAMTOFORMI 

I disturbi somatoformi sono caratterizzati da frequenti 

lamentele riguardo al proprio stato fisico e da una 

eccessiva preoccupazione per aspetti somatici, non 

connessi a cause organiche o ad altri disturbi. Coloro che 

ne soffrono impiegano gran parte del loro tempo facendo 

visite ed esami specialistici di vario genere.  

CAUSE 

In questi di disturbi i sintomi fisiologici non sono né 

simulati, né controllati in modo volontario della persona 

che ne soffre, ma la causa scatenante è di natura 

psicologica.

EFFETTI SOCIALI 

Il dolore può essere connesso ad una situazione  stressante o conflittuale contingente, o può permettere  alla persona di evitare attività sgradite, o ancora, di  attirare su di sé l'attenzione (vantaggio secondario) .  Questi disturbi inoltre comportano una compromissione  significativa nel funzionamento   lavorativo, sociale, o di altre aree esistenziali  fondamentali per la vita delle persone. 

QUANDO CHIEDERE AIUTO? 

- se la persona limita al  minimo le uscite o addirittura si 

chiude in casa, delega o deve essere accompagnata 

sempre da qualcuno 

- se la preoccupazione somatica e risulta eccessiva 

rispetto ai risultati degli esami specialistici e se questi 

ultimi sono svolti con molta frequenza 

- se c'è un drastico abbassamento del tono dell'umore 

(tristessa - depressione)  

- se c’è passività e riduzione degli interessi 

Sono classificati in 6 tipi differenti:

1. DISTURBO DI CONVERSIONE  La persona che soffre di questo disturbo presenta  svariati sintomi somatici che compaiono da un momento  all’altro in situazioni stressanti, consentendole di evitare  eventi o attività indesiderate.  In genere la conversione coinvolge le funzioni motorie o  sensoriali volontarie come cecità, paralisi, anestesia,  afonia, consentendo alla persona di ricevere immediata  attenzione da parte di chi la circonda, ma può anche  manifestarsi con attacchi epilettiformi o convulsioni. I  sintomi potrebbero far pensare ad un danno neurologico,  ma esami medici più approfonditi non evidenziano alcuna  disfunzione organica o del sistema nervoso. Questo  genere di sintomi si manifestano maggiormente negli  adolescenti o nei giovani adulti e possono interrompersi  da un momento all’altro per ricomparire successivamente  anche in forma diversa con più frequenza.  
Psicologo Rimini Disturbi psicologici nell'adulto, nella coppia, nella famiglia, nell'infanzia e nell'adolescenza Durata, prezzo e costi terapia e trattamento psicologo Rimini Storie Contatti
2. DISTURBO DI SOMATIZZAZIONE  Si manifesta con dolori alla testa, alla schiena, alle  articolazioni, sintomi gastrointestinali, sintomi sessuali e  sintomi pseudoneurologici. Coloro che ne soffrono  tendono a esprimere il proprio disagio psicofisico con  ricorrenti lamentele teatrali, richiedendo l'intervento o il  consiglio medico in modo sproporzionato; inoltre spesso  esasperano l’effetto che il disturbo ha sulla loro vita  lavorativa e sociale. Da alcuni studi è emerso che c’è una  certa familiarità nel disturbo che ha una maggior  probabilità di presentarsi nei parenti di primo grado.  L'esordio si ha spesso nei giovani adulti ed è comune che  si associ ad un tono dell’umore deflesso-depresso,  all’ansia e a situazioni interpersonali problematiche  (difficoltà relazionali).  3. DISTURBO SOMATOFORME INDIFFERENZIATO  Si accomuna con il disturbo di somatizzazione per la  sintomatologia, ma si differenzia per la frequenza delle  lamentele fisiche, minore, per l'intensità dei sintomi, più  bassa, e per la durata nel tempo, inferiore.  4. DISTURBO ALOGICO  Questo disturbo si distingue in base alla durata del  sintomo in acuto, se la durata è minore a 6 mesi o  cronico se è maggiore di 6 mesi. Può associarsi con  fattori di tipo psicologico e/o condizione medica.   Chi ne soffre riferisce un forte dolore localizzato in una o  più parti del corpo che gli causa una significativa  compromissione della qualità della vita, influendo sia  sulla sua vita relazionale, sia su quella lavorativa (rende  la persona dipendente dai farmaci analgesici o  tranquillanti).     5. IPOCONDRIA  Chi ne soffre è convinto/si preoccupa di poter avere una  malattia molto grave e incurabile, preoccupazione che  permane malgrado non ci siano conferme di tipo  medico/organico e nonostante la persona riceva  adeguate rassicurazioni in merito. I soggetti che ne sono  affetti trascorrono parecchio tempo in ospedali o da  specialisti nel tentativo di avere una conferma alle loro  idee e hanno reazioni sproporzionate alle sensazioni che  sentono o alterazioni fisiologiche che li colpiscono che  per la maggior parte delle persone sono considerate  normali (es. un attacco di tosse o un mal di testa o di  stomaco o una fitta alla schiena). 6. DISTURBO DI DISMORFISMO CORPOREO  Chi ne è affetto ha spesso un'eccessiva preoccupazione  per un proprio difetto fisico immaginato o reale ma di  scarsa entità (es. rughe o forma del naso o brufoli).   Questo lo porta a trascorrere gran parte della loro  quotidianità esaminando attentamente allospecchio il  difetto temuto, o ad evitare di esporsi alla propria  immagine riflessa nello specchio, fino al punto di coprire  o eliminare tutti gli specchi dalla propria casa. Può  portare anche la persona a rivolgersi ad un chirurgo  esteticoper eliminare il difetto tanto odiato ma spesso  questa soluzione non porta il sollievo sperato visto che la  causa del disturbo non risiede nel difetto stesso ma in  una fragilità psicologica dell’individuo. 
© 2014 - Terapeuta Cognitivo Comportamentale PIVA 04122590401
Tags: Somatizzazione dell’ansia, sintomi, rimedi, terapia più rapida e efficace
Psicologa Rimini DOTT.SSA ARMATURA CECILIA
PSICOLOGA RIMINI, PSICOTERAPEUTA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE

COSA SONO I DISTURBI 

SOAMTOFORMI 

I disturbi somatoformi sono 

caratterizzati da frequenti lamentele 

riguardo al proprio stato fisico e da una 

eccessiva preoccupazione per aspetti 

somatici, non connessi a cause 

organiche o ad altri disturbi. Coloro che

ne soffrono impiegano gran parte del 

loro tempo facendo visite ed esami 

specialistici di vario genere.

CAUSE 

In questi di disturbi i sintomi fisiologici 

non sono né simulati, né controllati in 

modo volontario della persona che ne 

soffre, ma la causa scatenante è di 

natura psicologica.

EFFETTI SOCIALI 

Il dolore può essere connesso ad una  situazione stressante o conflittuale  contingente, o può permettere alla  persona di evitare attività sgradite, o  ancora, di attirare su di sé l'attenzione  (vantaggio secondario) .  Questi disturbi inoltre comportano una  compromissione significativa nel  funzionamento lavorativo, sociale, o di altre aree  esistenziali fondamentali per la vita  delle persone.

QUANDO CHIEDERE AIUTO? 

- se la persona limita al  minimo le 

uscite o addirittura si chiude in casa, 

delega o deve essere accompagnata 

sempre da qualcuno

- se la preoccupazione somatica e 

risulta eccessiva rispetto ai risultati 

degli esami specialistici e se questi 

ultimi sono svolti con molta frequenza

- se c'è un drastico abbassamento del 

tono dell'umore (tristessa - 

depressione)  

- se c’è passività e riduzione degli 

interessi 

Sono classificati in 6 tipi differenti:

1. DISTURBO DI CONVERSIONE  La persona che soffre di questo  disturbo presenta svariati sintomi  somatici che compaiono da un  momento all’altro in situazioni  stressanti, consentendole di evitare  eventi o attività indesiderate. In genere la conversione coinvolge le  funzioni motorie o sensoriali volontarie  come cecità, paralisi, anestesia,  afonia, consentendo alla persona di  ricevere immediata attenzione da parte di chi la circonda, ma può anche  manifestarsi con attacchi epilettiformi o  convulsioni. I sintomi potrebbero far  pensare ad un danno neurologico, ma  esami medici più approfonditi non  evidenziano alcuna disfunzione  organica o del sistema nervoso.  Questo genere di sintomi si  manifestano maggiormente negli  adolescenti o nei giovani adulti e  possono interrompersi da un momento  all’altro per ricomparire  successivamente anche in forma  diversa con più frequenza.
Psicologo Rimini Disturbi psicologici nell'adulto, nella coppia, nella famiglia, nell'infanzia e nell'adolescenza Durata, prezzo e costi terapia e trattamento psicologo Rimini Storie Contatti
2. DISTURBO DI SOMATIZZAZIONE  Si manifesta con dolori alla testa, alla  schiena, alle articolazioni, sintomi  gastrointestinali, sintomi sessuali e  sintomi pseudoneurologici. Coloro che ne soffrono tendono a esprimere il  proprio disagio psicofisico con  ricorrenti lamentele teatrali,  richiedendo l'intervento o il consiglio  medico in modo sproporzionato;  inoltre spesso esasperano l’effetto  che il disturbo ha sulla loro vita  lavorativa e sociale. Da alcuni studi è  emerso che c’è una certa familiarità  nel disturbo che ha una maggior  probabilità di presentarsi nei parenti  di primo grado. L'esordio si ha spesso  nei giovani adulti ed è comune che si  associ ad un tono dell’umore  deflesso-depresso, all’ansia e a  situazioni interpersonali  problematiche (difficoltà relazionali). 3. DISTURBO SOMATOFORME  INDIFFERENZIATO  Si accomuna con il disturbo di  somatizzazione per la sintomatologia,  ma si differenzia per la frequenza  delle lamentele fisiche, minore, per  l'intensità dei sintomi, più bassa, e per la durata nel tempo, inferiore. 4. DISTURBO ALOGICO  Questo disturbo si distingue in base  alla durata del sintomo in acuto, se la  durata è minore a 6 mesi o cronico se  è maggiore di 6 mesi. Può associarsi  con fattori di tipo psicologico e/o  condizione medica. Chi ne soffre riferisce un forte dolore  localizzato in una o più parti del corpo che gli causa una significativa  compromissione della qualità della  vita, influendo sia sulla sua vita  relazionale, sia su quella lavorativa  (rende la persona dipendente dai  farmaci analgesici o tranquillanti).   5. IPOCONDRIA  Chi ne soffre è convinto/si preoccupa  di poter avere una malattia molto  grave e incurabile, preoccupazione  che permane malgrado non ci siano  conferme di tipo medico/organico e  nonostante la persona riceva  adeguate rassicurazioni in merito. I  soggetti che ne sono affetti  trascorrono parecchio tempo in  ospedali o da specialisti nel tentativo  di avere una conferma alle loro idee e hanno reazioni sproporzionate alle  sensazioni che sentono o alterazioni  fisiologiche che li colpiscono che per  la maggior parte delle persone sono  considerate normali (es. un attacco di  tosse o un mal di testa o di stomaco o  una fitta alla schiena). 6. DISTURBO DI DISMORFISMO  CORPOREO  Chi ne è affetto ha spesso  un'eccessiva preoccupazione per un  proprio difetto fisico immaginato o  reale ma di scarsa entità (es. rughe o  forma del naso o brufoli). Questo lo porta a trascorrere gran  parte della loro quotidianità  esaminando attentamente  allospecchio il difetto temuto, o ad  evitare di esporsi alla propria  immagine riflessa nello specchio, fino  al punto di coprire o eliminare tutti gli  specchi dalla propria casa. Può  portare anche la persona a rivolgersi  ad un chirurgo esteticoper eliminare il  difetto tanto odiato ma spesso questa  soluzione non porta il sollievo sperato  visto che la causa del disturbo non  risiede nel difetto stesso ma in una  fragilità psicologica dell’individuo.
© 2014 - Terapeuta Cognitivo Comportamentale P. IVA 04122590401
Tags: Somatizzazione dell’ansia, sintomi, rimedi, terapia più rapida e efficace
Psicologa Rimini DOTT.SSA ARMATURA CECILIA
PSICOLOGA RIMINI, PSICOTERAPEUTA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE
Psicologo Psicoterapeuta Rimini e Riccione Dott.ssa Armatura Cecilia - Via Flaminia Conca 33 - 47923 Rimini (RN) - Tel. +393280160223